29 dic 2014

CONSIGLIO COMUNALE DESERTO: ORA BASTA! - di MANLIO PERTOUT




Partiamo dal dato più confortante per il futuro della nostra Città: la presenza di molti cittadini, più del solito, al Consiglio comunale; cittadini che hanno voluto ascoltare con le proprie orecchie e vedere con i propri occhi la realtà di questo Consiglio Comunale.
La terrificante realtà.
Anche oggi l’intera maggioranza, con in testa il Vice-Sindaco De Simone, risultava assente, mentre della sua inutilità ci eravamo accorti già da tempo.
Grave ed inspiegabile è stata anche l’assenza del consigliere Operamolla, presentatosi alle ultime elezioni come alternativa a Riserbato e sindaco mancato per una manciata di voti.
Non c’è traccia invece delle dimissioni dei consiglieri di opposizione, da tutti, noi per primi, invocate; ed in proposito proviamo a spiegare ai cittadini il perché.
Le dimissioni dalla carica di consigliere comunale sono irrevocabili ed immediatamente efficaci, pertanto il consiglio comunale è tenuto a procedere alla surroga, ovvero la sostituzione di quel consigliere con il primo dei non eletti.
Ecco, probabilmente gli eletti non hanno fiducia che i loro compagni di partito seguano la stessa linea e si dimettano anche loro.
E’ solo un’ipotesi la nostra, perché diversamente non riusciamo davvero a spiegarci il perché di tale inchiodamento alle poltrone.
Noi indichiamo una via d’uscita: l’intervento immediato e deciso del Prefetto.
Dopo due anni e mezzo di malgoverno infatti, ora c’è anche l’assenza di governo.
Non è più tollerabile che cittadini onesti, privati dei servizi essenziali, schiacciati dalle tasse e impoveriti dalla mancanza di lavoro, non abbiano un’istituzione pronta a proteggerli.
Lo ripetiamo: non è più tollerabile.

Gli attivisti del Movimento 5 Stelle Trani