11 giu 2020


GLI ULTIMI DAGLI ULTIMI

Questo è quello che abbiamo avvertito oggi 10 giugno, soprattutto a seguito di un incontro, dopo che abbiamo appreso da alcuni residenti della zona Sant'Angelo, che in Piazza Madre Teresa di Calcutta erano stati istallati n. 3 bagni chimici.
 
Questi sono stati apposti per lo svolgimento, da domani 11 giugno, del mercato agroalimentare degli ambulanti che si teneva fino a prima dell'emergenza del COVID 19 nella Piazza tra Via Petronelli e Via M. da Trani.

I residenti della zona, ed in particolar  modo quelli che hanno l'affaccio sulla piazza, hanno manifestato tutto il loro dissenso e il disappunto per essere considerati, dall'attuale amministrazione,ancora all'ultimo posto nella scala dei bisogni dei cittadini. 

Gli abitanti del quartiere hanno espresso tutta la loro amarezza in quanto in tanti anni hanno solo subito tante situazioni che hanno reso il loro quartiere simile ad un ghetto dove nessuna giovane famiglia vorrebbe vivere e risulta oggi popolato per la maggior parte da persone anziane.

Ci hanno raccontato ed effettivamente abbiamo verificato che i bagni chimici, così come  posizionati, risulteranno la causa di cattivi odori per  tutte le case che si affacciano sulla piazza e soprattutto per quelle che si trovano a meno di 7/8 metri in linea d'aria.
Ci hanno riferito di una piazza in cui ogni mattina trovano ogni genere di rifiuti bottiglie, plastica, preservativi e  ogni altro genere di rifiuti, quindi la notte chissà cosa succede.
Ci hanno riferito che le loro istanze di istallare delle telecamere che funzionassero da deterrente non hanno mai avuto accoglimento.
Abbiamo verificato che ci sono diverse zone in cui il pavimento della piazza è divelto dalle radici degli alberi in quanto come in molte altre zone della città non vi è stata fatta alcuna manutenzione, o ci sono buche nel pavimento che, ci hanno raccontato, essere lì da oltre 1 anno e che costituiscono un pericolo per le tante persone anziane e per i bambini che la frequentano.
E  poi tanti altri numerosi problemi quali ad esempio la mancata sorveglianza  e le mancate sanzioni per chi non raccoglie le deiezioni dei cani e per chi lascia ogni genere di rifiuti, per la mancanza di pulizia delle aiuole, per i topi provenienti dalle zone limitrofe o dalle campagne, in cui non avviene la derattizzazione e della necessità quindi del quartiere di prendersi cura dei gatti randagi per evitare spiacevoli  ospiti indesiderati, della pericolosità di Viale Germania  che costeggia la piazza ed è percorsa molto spesso oltre i limiti di velocità essendo di collegamento con la SS 16 bis e delle loro richieste affinchè fossero istallati dei dissuasori anche queste rimaste inascoltate.
Insomma tante problematiche in cui il posizionamento dei bagni chimici è risultata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Abbiamo esposto tali difficili situazioni all'Assessore Marina Nenna e al Dirigente del corpo di polizia comunale Leonardo Cuocci Martorano  intervenuti nella piazza su nostro invito, che hanno preso atto delle evidenti e numerose problematiche irrisolte da diversi anni e si sono impegnati, prioritariamente, a spostare i bagni chimici dall'altra parte della piazza su Viale Germania.
Abbiamo interessato l’AMIU evidenziando lo stato di sporcizia e ci hanno assicurato che provvederanno entro domani a pulire e sanificare la piazza.
Tutte queste considerazioni inducono noi e credo anche i cittadini a considerare anche in questa situazione che,  l'attuale amministrazione  ha dimenticato nel corso di questi 5 anni di  programmare un area per lo svolgimento dei mercati che prevedesse, coperture, attrezzature e servizi adeguati.
Oggi forse anche in considerazione della imminente competizione elettorale, al fine di placare le proteste dei commercianti ambulanti e dei loro clienti, considerati anch'essi negli ultimi posti  dei cittadini, è stata adottata la soluzione di scaricare su un quartiere già con tantissime problematiche irrisolte questa ulteriore criticità che a detta dei residenti, considerate le mancanze sopra elencate, sarà un'ulteriore  tegola alla già scarsa vivibilità del quartiere e che porterà all'aumento della sporcizia e dei cattivi odori.
Quali portavoce dei cittadini proponiamo di dare priorità alla realizzazione dell'area mercatale prevista nella zona di Via delle Tufare, affinchè l'uso di Piazza Madre Teresa di Calcutta,  sia effettivamente provvisorio,  altrimenti i residenti del quartiere Sant'Angelo saranno anche loro tra le numerose e ulteriori vittime delle promesse elettorali fatte per acquisire consensi e poi da dimenticare fino alle prossime elezioni.

I Portavoce del Movimento Cinque Stelle Trani
Luisa di Lernia e Vito Branà