13 mag 2014

QUI NON C’E’ MAI NESSUNO: PRESENTATI A TRANI I CANDIDATI ALLE EUROPEE DEL MOVIMENTO 5 STELLE - di Massimo Raccah


Diciamoci la verità, siamo ai minimi storici della qualità delle istituzioni, l’asticella della fiducia rasenta il pavimento, siamo in piena recessione sull’innovazione della classe politica; sarà per questo che gli altri partiti tendono a riciclare i loro vecchi, ammuffiti nomi (spendig review?... mah). Nel pieno della crisi, il Movimento 5 Stelle va in controtendenza e fa il pieno. In realtà è stato sufficiente ricordare che il MoVimento è il popolo. Ecco dunque che domenica sera un gran numero di persone ha scelto di dare ascolto ai Candidati Portavoce al Parlamento Europeo del Movimento 5 Stelle, Melania Pomante, Antonella Laricchia, Cristian Casili e Rosa D’Amato, accompagnati dai parlamentari Giuseppe Brescia e Giuseppe D’Ambrosio. Qualche, considerazione a questo punto, è opportuno farla, visto l’interesse suscitato tra il pubblico. Era un comizio per le europee, storicamente le elezioni più snobbate (se la giocano con i referendum, per lo scarso appeal – sarà perché non si possono promettere posti di lavoro) e quindi le numerose presenze testimoniano che l’interesse era concreto, non di facciata (non c’erano pullman organizzati con biglietto già pagato), e che si respira sul serio il cambiamento, lo vuole la gente, e ora sa anche che contribuirà ad esso. Per di più quello di domenica sera è stato, per la Città di Trani, l’unico evento di piazza in cui una forza politica incontrava i cittadini per condividere con loro il proprio programma per le Europee. Dai cittadini Brescia e D’Ambrosio sono arrivate le ennesime testimonianze che in Parlamento, quello italiano, il Movimento lavora, tanto e bene, ma questo lo sapevamo già (e basta con ‘sta solfa che stanno là solo a lamentarsi, e che noia, non funziona più, in che lingua bisogna scriverlo?). I candidati per il parlamento europeo hanno, dal canto loro, dato dimostrazione di capacità, si sono presentati al pubblico per ciò che hanno già fatto, non solo per quel che hanno intenzione di fare (sarebbe il caso che, oltre che ai programmi del Movimento 5 Stelle, gli altri partiti o movimenti politici, copiassero anche questo).
C’era tanta gente, domenica sera, al comizio del Movimento: le chiacchiere stanno a zero, i fatti contano. L’ottimismo e la fiducia nella politica ripartono da questo. E a giudicare dai numeri, intorno al Movimento l’ottimismo cresce. E a ragione.
P.S.: il deputato 5 Stelle Giuseppe D’Ambrosio, pubblicamente, ha consegnato all’associazione Grilli di Trani i documenti relativi ad AMIU, come da richiesta. Un’ulteriore conferma che il Movimento 5 Stelle ha abbattuto le distanze dalle istituzioni e che i suoi rappresentanti si danno parecchio da fare, sono parecchio concreti.
Ecco perché vinciamo noi.